Giove -ph Marco Guidi

Marco Guidi – Osservando il cielo . dal 20-06 al 31-07-2018

Marco Guidi e’ appassionato di astronomia fin dall’adolescenza e astrofotografo del sistema solare dal 2004 .

Saturno

Saturno

L’autocostruzione dei suoi telescopi lo accompagna da molti anni e lo ha portato a realizzare il riflettore Newton da 60cm f/3,5 computerizzato che utilizza attualmente. Ha avuto importanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale tra cui 2 immagini pubblicate sulla copertina della rivista ”L’Astronomia UAI” , la sua immagine della tempesta su Saturno è stata una delle migliori 12 immagini pubblicate sul libro donato dall’UAI all’allora Presidente della repubblica Giorgio Napolitano. Il più importante riconoscimentoo è datato 26 Novembre 2014 consistente nella pubblicazione sul sito ufficiale APOD NASA (agenzia spaziale americana) di una sua immagine ritraente l’occultazione di una luna di Giove da parte di una seconda luna gioviana (evento mutuo) .

Giove

Giove

E’ stato uno dei 30 astrofotografi a cui la stessa NASA ha chiesto di fotografare Giove nel programma JUNO (la sonda ha sorvolato il pianeta lo scorso Luglio e ancora risiede nella sua orbita). Attualmente si sta’ dedicando alla fotografia della superficie solida di Venere ,non visibile visualmente, alla lunghezza d’onda di 1020nm (emissione termica) Tiene conferenze in giro per l’Italia sui temi della fotografia in alta risoluzione e le tematiche attinenti. Altre numerose immagini planetarie le trovate sul suo sito personale www.marcoguidihires.com

Venere

Venere

Women at Horseshoe Bend - Arizona

George Nobechi – Moments of Serenity: Usa and Japan

George Nobechi

Autumn at the D.T. Suzuki Museum, Kanazawa

Autumn at the D.T. Suzuki  Museum, Kanazawa

Gli Stati Uniti d’America e il Giappone, una volta nemici, ora alleati, sono conosciuti per tipi differenti di paesaggio. Tendiamo ad associare gli Stati Uniti con spazi enormi mentre il Giappone con templi e giardini. Ma ogni paese ha ambientazioni e luoghi dove si possono vivere momenti tranquilli e contemplativi. Nei tempi difficili in cui viviamo oggigiorno, è importante essere in grado di trovare momenti di serenità, non importa dove siamo. George Nobechi è nato a Tokyo, e’ un fotografo Nippo/Canadese. Si è laureato presso l’Università della British Columbia con un Bachelor of Arts nella storia delle relazioni internazionali.

Monument Valley Visitors Center - Arizona

Monument Valley Visitors Center – Arizona

Quando aveva 19 anni, suo padre improvvisamente mori’,e Geoge lascio’ Vancouver dopo la laurea e iniziando una carriera lunga 14 anni nel mondo degli affari a Tokyo e New York. Nel 2008 ha intrapreso un lungo viaggio in solitario visitando molti paesi lungo tutto il globo, per ritrovare la pace persa con la scomparsa prematura di suo padre. È stato in questo momento che e’ nato il suo interesse per la fotografia. Nel 2015, Nobechi lasciò la sua carriera commerciale e studiò fotografia sotto la guida dell’ex fotografo della National Geographic  Sam Abell. Da allora ha continuato a viaggiare continuamente e inizio’ a costruire il suo stile fatte di foto che rappresentavano la tranquillita’ e la pace. George Nobechi ha insegnato fotografia alla scuola americana in Giappone (ASIJ), alla British School di Tokyo, Hastings College in Nebraska, e per il laboratorio fotografico di Santa Fe in New Mexico, USA.

Spring in Kakunodate , Akita - North Japan

Spring in Kakunodate , Akita – North Japan

È stato premiato in molte collettive fotografiche ed è stato protagonista di numerose mostre . Vi rimandiamo a visitare il suo sito per maggiori informazioni a tale riguardo e alla visione di altre sue foto straordinarie. www.georgenobechi.com info@georgenobechi.com www.instagram.com/ggnb @ggnb

pittura con vino rosso su carta Amalfi by Miki Degni

Miki Degni

MIKI DEGNI 

pittura con vino rosso su carta Amalfi by Miki Degni

Miki Degni

Miki Degni Da anni lavora sul concetto Arte-Comunicazione come veicolo alternativo al classico advertising. Lavora contemporaneamente come art director, graphic designer e artista mescolando grafica, fotografia, pittura e design proponendo al mercato una stile unico che ha fatto del suo lavoro un marchio inconfondibile. L’idea di dipingere con il vino nasce su richiesta di una azienda vinicola valtellinese che chiese a Miky una pubblicita’ diversa dal solito. Da allora Miki ha organizzato diverse mostre e happening con questa tecnica particolare tutta sua.

 

pittura con vino rosso su carta Amalfi by Miki Degni

pittura con vino rosso su carta Amalfi by Miki Degni

La serie di dipinti “ubriachi” è realizzata con la tecnica della wine painting, esclusivamente con il Nero D’Avola su pregiata carta d’Amalfi.

Miki appena terminati gli studi ,nel 1980 entra in una multinazionale americana iniziando a lavorare come designer e successivamente come graphic designer.  Restera’ in quella azienda per dieci anni, nel contempo lavorava anche come free lance per diverse agenzie di pubblicità acquisendo il ruolo di art director.

pittura con vino rosso su carta Amalfi by Miki Degni

Miki Degni

Nel 1990 apre Segnidegni nel cuore della vecchia Milano, nel quartire Ticinese, e comincia ad accumulare clienti ed esperienze che mi porteranno a collaborare con aziende del calibro di: Adidas, Alexander Museum, Borbonese, Carrier, Comune di Milano, Citroen, Ericsson, Ospedale G. Ramazzini, Toshiba, Università Bocconi e altre. Con queste aziende ha la possibilità di esprimermi nella più totale libertà espressiva. La sperimentazione resta però il mio motore di ricerca.

Miki Degni

Miki Degni e il suo motto.

Dal 24 Dicembre al 20 Febbraio 2018
Wowogallery, Via Castiglione 2
Penne – Pe –

 

 

A-LITTLE-MORE-LOVE-

Catherine Hiller – Ebbs and Flows ( Flussi e riflussi)

Catherine Hiller

 

L'OURAGAN

L’OURAGAN

L’espressionismo astratto di Catherine Hiller si concentra su momenti emozionali del tempo. Attravesro pennellate molto energetiche e sensuali, l’artista espreime il suo amore per i colori. Le sue opere sono grezze e viscerali, il prodotto dell’istinto piuttosto che l’intelletto. Essendo molto sensibile al suo ambiente, ( i colori, i suoni, le persone e la maggior parte di tutta la musica) ogni spunto, sia visivo, sonoro o emotivo, ha un colore per lei e l’artista cerca di trasportatre tutto sulla tela , senza la distrazione di un processo di pensiero.A Catherine Hiller piace il processo e la fisicita’ della pittura che emerge nel risultato finale.

 

Catherine Hiller

Catherine Hiller

Nata in Francia, Catherine Hiller ha studiato arte a Parigi prima di intraprendere una carriera di successo nella pubblicita’ nel Regno Unito. Dopo 11 anni in Inghilterra, Catherine nel 2004 si trasferisce in Australia nella citta’ di Melbourne dove tuttora vive e lavora. Catherine Hiller ha esposto in mostre personali e collettive in Francia, Inghilterra e Australia e il suo lavoro e’ rappresentato in collezione private in Europa, Nord e Sud America, Asia e ovviamente Australia.

 

 

L'OURAGAN

L’OURAGAN

 

L'ENVIE

L’ENVIE

Agosto in Abruzzo

Fabiana di Pasquale, Lorenzo Giorgi, Luca di Giovanni , Germano Capponi, Leo Perdini

collettiva-agosto

 

Cinque fotografi per un omaggio all’Abruzzo. Non c’è pretesa di esaustività, solo le differenti sensibilità degli artisti a differenziare le immagini e le prospettive. E’ un invito a scoprire, esplorare e curiosare il nostro territorio ricco di contraddizioni ma prodigo di emozioni.

 

fabiana-di-pasquale

Fabiana di Pasquale

Lorenzo Giorgi - Lago di Barrea

Lorenzo Giorgi – Costa dei Trabocchi

Germano Capponi - Castate di Cusano (Abbateggio)

Germano Capponi – Castate di Cusano (Abbateggio)

Lorenzo Giorgi - Lago di Barrea

Luca di Giovanni – Lago di Barrea

Laura Facchini: I volti parlano

Laura_Facchini_I_Volti_Parlano

Nei miei viaggi ho voluto catturare sia volti sorridenti che esprimono felicità, sia volti segnati da dure condizioni di vita. Qui l’unione familiare  è l’unico forte legame basato su veri sentimenti, amore, aiuto,  rispetto delle tradizioni, fedeltà alla religione in cui credono fortemente e  sono orgogliosi della loro vita nonostante sia povera e delle poche cose che possiedono. I paesi ricchi invece hanno perso i valori più importanti come il rispetto della famiglia, della natura, dell’umanità verso il prossimo; adesso tutto gira intorno al Dio denaro e all’apparire e l’egoismo è diventato l’unica ragione di vita.”

Continue reading

Michael Critchley: Blue Dancers

Blue Dancers by Michael Critchley

La visualizzazione dei sensi…

Michael ha iniziato a fotografare nel 1965 come studente ed ha continuato presso il London College of Printing, laureandosi nel 1971 con un diploma “Bachelor of Arts ” in graphic design. Il suo primo impiego dopo l’università è stato a Düsseldorf, dove ha lavorato come designer per cinque anni prima di trasferirsi a Sydney, dove ha lavorato nel campo pubblicitario come Art Director, fino a tornare in Inghilterra nel 2004 dove ha ripreso nuovamente a fotografare. Continue reading